SPORCA L’ANIMA: DOPO L’USCITA DEL LIBRO, L’INTERVISTA ALL’AUTRICE LAURA GORINI

Dopo  l’uscita  del suo libro  Sporca L’anima  , non potevamo  fare a meno che intervistare Laura.

Noi  conoscevamo Laura nelle vesti di valente giornalista e collaboratrice,oggi la apprezziamo anche come brillante scrittrice, per questo abbiamo voluto realizzare un’intervista .

 Laura, ti conosciamo come collaboratrice a testate giornalistiche, ora ti scopriamo scrittrice…

In realtà è nata in maniera pressochè parallela la mia passione per gli articoli e le interviste rispetto a quella per la stesura di racconti, romanzi e di poesie. Anzi, a essere sincera, se vogliamo essere un tantino pignoli, è nato forse prima il mio amore per la scrittura intesa in largo respiro. E ti dirò di più: ho iniziato a scrivere dedicandomi alle poesie. Ero solo una ragazzina e adoravo esprimere i miei sentimenti  in alcuni versi. Questa è una “sana abitudine” che non mi ha mai abbandonata.

Ho letto alcune tue poesie sia in Rete sia su alcune antologie a carattere nazionale e sono rimasto sorpreso dal fatto che non siano solari come – invece- tu  mi appari…

Io possiedo una personalità alquanto complessa: sono infatti una giovane donna estroversa e solare ma anche molto introversa quando voglio. In sostanza in talune situazioni, se ferita da qualcosa o da qualcuno, tendo a chiudermi a riccio e a non comunicare- perlomeno verbalmente- i miei stati d’ animo. Al contrario tendo a farlo scrivendo!

Mi sembra di intuire che sei anche molto sensibile…

Troppo lo sono! Anzi, mio padre dice sempre che “ho preso da lui il cuore grande e buono che mi induce ad affezionarmi tanto alle persone e a volere bene anche a chi sotto sotto non lo meriterebbe”. E poi sono altruista quasi da far schifo! ( ride). Lo so pure io che dovrei diventare leggermente- e dico leggermente-  più menefreghista e più egoista, ma non ci riesco!

Questo tuo pensiero lo hai espresso anche nell’ introduzione a “Sporca l’ anima”, il tuo nuovo e-book pubblicato per Aloha Srl. Di che cosa parla questo testo?

E’ una sorta di monologo teatrale che sento mio fino al midollo sebbene Emily- la sua protagonista indiscussa- non sia io! No, non è il mio alterego e “Sporca l’ anima” non è affatto un testo autobiografico. Tuttavia sono riuscita a captare i suoi sentimenti e a viverli davvero per alcuni istanti grazie alla mia sensibilità. I disegni del mio fidanzato Damiano Conchieri che ha voluto illustrare con grazia e semplicità il mio e-book hanno completato il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *