CARLENTINI (SR). SEBBENE SOTTOPOSTO ALL’ESPIAZIONE DELLA PENA RESIDUA DETENTIVA DI ANNI 3 E MESI 9 IN REGIME DI ARRESTI DOMICILIARI, PER IL REATO DI TENTATO OMICIDIO COMMESSO IN LENTINI IL 5 GIUGNO 2013, VIOLA LE PRESCRIZIONI FACENDOSI TROVARE FUORI DELLA PROPRIA ABITAZIONE: ARRESTATO DAI CARABINIERI.

arma dei carabinieri

CARLENTINI (SR). SEBBENE SOTTOPOSTO ALL’ESPIAZIONE DELLA PENA RESIDUA DETENTIVA DI ANNI 3 E MESI 9 IN REGIME DI ARRESTI DOMICILIARI, PER IL REATO DI TENTATO OMICIDIO COMMESSO IN LENTINI IL 5 GIUGNO 2013, VIOLA LE PRESCRIZIONI FACENDOSI TROVARE FUORI DELLA PROPRIA ABITAZIONE: ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Nell’ambito dei servizi finalizzati al controllo dei soggetti sottoposti a misure cautelari, predisposti dalla Compagnia Carabinieri di Augusta, i militari della Stazione Carabinieri di Carlentini, nel corso della serata di ieri, traevano in arresto, in flagranza di reato, S.A., cl 91, per il reato di evasione. Il predetto che nel 2013, a Lentini, assieme ad un complice esplose all’indirizzo degli occupanti di una autovettura 7 colpi di arma da fuoco cal. 7.65, fortunatamente senza ferire nessuno, si costituì dopo circa 10 giorni. Lo S., nonostante definitivamente condannato per quel reato alla pena di anni 6 con sottoposizione nel maggio 2016 alla prosecuzione dell’espiazione della pena residua detentiva in regime di arresti domiciliari, non ottemperava però agli obblighi impostigli dall’A.G. facendosi sorprendere dai Carabinieri, nella serata di ieri,all’esterno della propria dimora. L’arrestato, che non adduceva ai militari operanti alcuna giustificazione in ordine alla palese violazione delle prescrizioni a suo carico veniva tradotto presso la casa circondariale di “Cavadonna”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *