Da Giotto a de Chirico. I tesori nascosti” a Catania

Tra le belle mostre in corso in Sicilia e che sono meritevoli di una visita, vi è senz’altro anche quella curata da Vittorio Sgarbi “Da Giotto a de Chirico. I tesori nascosti”. La mostra è allestita presso il Castello Ursino a Catania (in piazza Federico di Svevia 24) ed è visitabile fino al 20 maggio 2018. L’intento della mostra è quello di far emergere quei tesori Italiani meno conosciuti, in quanto spesso appartenenti a raccolte private, ma che sono in realtà veri e propri capolavori. Nella fattispecie sono ben 150 le opere incluse in questo allestimento nella città Etnea, che rappresentano uno stupendo spaccato dell’arte italiana. Tra le opere presenti quelle di Giotto, di Caravaggio, di Guttuso e di De Chirico e che riprendo differenti temi dai paesaggi alle figure allegoriche, dalle nature morte ai soggetti sacri.

Queste le parole del noto critico Sgarbi riservate per questa mostra descrivendo il mistero del collezionismo: “La caccia ai quadri non ha regole, non ha obiettivi, non ha approdi, è imprevedibile. Non si trova quello che si cerca, si cerca quello che si trova. Talvolta molto oltre il desiderio e le aspettative”. L’interesse per ciò che non c’è”. Ed ancora, proseguendo dice “In un arco temporale di oltre sette secoli, si darà conto dell’evoluzione degli stili, delle correnti, e degli snodi fondamentali della storia dell’arte italiana attraverso una selezione di oltre cento opere, tra dipinti e sculture, di proprietà di fondazioni bancarie, istituzioni e collezionisti privati con l’obiettivo di valorizzare, come indica il titolo stesso, un patrimonio artistico “nascosto”, perché non esposto nei musei pubblici, e al contempo creare un interessante approfondimento sulla peculiare e complessa “geografica artistica” italiana.

Per informazioni: http://www.itesorinascosti.it/

A Cura  di Ester Campese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *